5 cose da fare in Salento (che nessuno ti ha ancora consigliato)

Il blog che racconta il Salento, i suoi fantastici luoghi, le tradizioni e gli eventi!

5 cose da fare in Salento (che nessuno ti ha ancora consigliato)

5 cose da fare in salento

Qualche tempo fa abbiamo pubblicato un articolo sulle cinque cose che affascinano ogni turista che viene in Salento. Oggi, invece, vogliamo proporvi altre 5 cose che in pochi sanno e che secondo me andrebbero considerate come patrimonio del Salento.

Non aspettatevi cose mirabolanti e grandi tuffi come quelli che si fanno dalla grotta della poesia, perché il gusto del Salento è soprattutto quello della semplicità, delle piccole cose che s’incastrano e scrivono versi. Ecco le nostre 5 cose da fare in Salento!

L’alba da Punta Palascìa

punta palascia

La prima cosa da fare assolutamente in Salento è godersi l’alba da Punta Palascìa. Un tramonto è bello, è bello vederlo immersi nelle acque calde del mar Ionio. È bello fotografarlo mentre s’inabissa nell’orizzonte o quando con la pelle che sa di salsedine si sta rientrando a casa. Un tramonto è bello, si sa. Poi però c’è l’alba. L’alba non è per tutti, è per quelli che cercano attimi di poesia, è per quelli che non vogliono rinunciare a sognare.

Da Punta Palascìa, a pochi passi da Otranto, si può vedere la prima alba di Italia. Questo è infatti il punto più a est della Penisola ed è senza dubbio uno dei luoghi più suggestivi che ci sono. Si accosta la macchina sulla provinciale e si scende verso una stradina scoscesa che sembra portare a picco sul mare. Verso la scogliera nuda, tra i profumi della macchia, immersi nel suono delle onde, quando nessuno se lo aspetta ecco che spunta il faro di Punta Palascìa. Fatelo. Alzatevi presto o magari concedetevi una notte da svegli e poi regalatevi questo momento solo per voi. Fatelo perché il tramonto è di tutti ma l’alba è per pochi.

Una frisa dopo il mare

frisa 5 cose da fare in salento

Della frisa avete sentito parlare in ogni modo e in ogni variante. Quello che stiamo per svelarvi però è un segreto che solo un vero salentino sa: non c’è cosa più buona, più gustosa e più giusta che tornare dal mare e mangiare una frisa. È un rituale da condividere, il modo migliore per chiudere una giornata di sole e di mare. Prima ancora di togliersi il sale dell’acqua marina, prima ancora di mettere gli asciugamani ad asciugare. Prima di qualsiasi altra cosa, sedetevi e sponzatevi una frisa. Scegliete voi se preferirla di grano duro o di orzo, se tagliare i pomodorini o spremerli sopra, scegliete se accompagnarla con il tonno o magari con due acciughe. Scegliete voi la frisa che più vi piace ma ricordate che questo rito ha una sola regola: ognuno si sponza la sua frisa, semplicemente perché ognuno sa qual è la consistenza che preferisce.

Perdersi del centro storico di Lecce

centro storico lecce salento da scoprire

Lecce città barocca. Lecce e piazza del Duomo. Lecce e la Basilica di Santa Croce. Ok, va bene. Poi però uscite dal tracciato, prendete la prima stradina che trovate. Andate verso largo delle giravolte, verso i vicoletti più nascosti. In poche parole perdetevi nel centro storico di Lecce. Perdetevi, letteralmente. Lasciatevi guidare dai colori della pietra leccese, dal barocco che viene fuori dai balconi, cercate le corti più nascoste, gli angoli di cui nessuno sospetta l’esistenza. La bellezza di Lecce è anche quella che nessuno conosce, quella del piazzale del Convitto Palmieri, dei ghirigori di stradine che poi gira e rigira vi riportano sempre in Piazza Sant’Oronzo. Sempre che voi a quel punto abbiate voglia di tornarci.

Un bagno a Torre Uluzzu

Se vi abbiamo consigliato il litorale adriatico con Punta Palascia, adesso vi portiamo sullo Ionio. La costa ionica è conosciuta per le sue spiagge finissime ma per me la cosa che tutti dovrebbero fare almeno una volta ogni estate è fare il bagno da Torre Uluzzu. Torre Uluzzu fa parte del parco naturale di porto Selvaggio. La torre costiera, a picco sul mare, apre lo sguardo verso un’aguzza scogliera. Da qui, scendendo per una stradina un po’ impervia, si giunge nelle acque fresche e limpide di questo angolo di paradiso. Non so se è la fatica di scendere o molto più semplicemente la bellezza di trovarsi in un luogo incontaminato, tra poche persone, ma Torre Uluzzu è un luogo dove chi passa lascia un pezzo di cuore.

Un viaggio in treno

treno lecce 5 cose da fare in salento

Prendete il treno. Lo so, questo è un consiglio insolito. Lo so, se siete pendolari il treno lo prendete tutti i giorni. Nonostante questo io vi invito a prendere un treno in Salento, un treno che magari va da Lecce a Gagliano. Abbandonate i ritmi veloci delle frecce di Trenitalia, i treni salentini hanno un fascino retrò e tempi lenti, vi portano pian piano nel cuore della nostra terra. Tra i muretti a secco e le pajare, dove il colore delle campagne è rosso vivo, dove il mare è una sottile striscia blu che non possiamo vedere. Se volete conoscere la vera essenza del Salento allora fatevi un breve viaggio in treno, prendetevi questo momento di lentezza fuori da ogni ordinario.

Ecco la mia lista delle 5 cose da fare in Salento che nessuno ti ha ancora consigliato. 5 cose insolite ma che ti faranno vivere appieno la vera essenza del Salento e della nostra terra.

Condividi:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial