Cosa vedere nel Salento: i posti da visitare assolutamente

Il blog che racconta il Salento, i suoi fantastici luoghi, le tradizioni e gli eventi!

Cosa vedere nel Salento: i posti da visitare assolutamente

cosa vedere nel salento

Il Salento è una terra ricca di luoghi meravigliosi, da visitare tutto l’anno e non solo d’estate. Se ti stai chiedendo cosa vedere nel Salento, ecco una lista di alcuni luoghi, spiagge e borghi suggestivi che devi assolutamente conoscere. Buona lettura!

Se sei in vacanza e vuoi sapere cosa vedere nel Salento, questo è l’articolo giusto per te. Naturalmente sarebbe riduttivo racchiudere tutte le bellezze della nostra penisola in queste poche righe. Per questo, abbiamo scelto per te alcuni tra i nostri luoghi preferiti, alcuni non tanto conosciuti, che ti consigliamo vivamente di visitare. Buon viaggio!

  • Lecce – Piazza Duomopiazza duomo lecce

Sei mai stato a Lecce? La città barocca è veramente bellissima e merita di essere ammirata in ogni suo minimo particolare. Ma se ti trovi in giro nella capitale del Salento di sera, magari quando non c’è troppa gente, beh… allora non puoi assolutamente perderti lo spettacolo di Piazza Duomo.

La prima Cattedrale fu costruita in epoca medievale, ma crollò dopo un centinaio di anni. Intorno alla metà del 1600, poi, fu ricostruita dal Vescovo Pappacoda, che la commissionò a Giuseppe Zimbalo. L’atmosfera magica del Duomo si può percepire solo passeggiando per la piazza nel silenzio della città. Nella cattedrale, alle spalle dell’altare principale, è custodita una lampada dall’olio miracoloso, sotto la quale si pensa, secondo la leggenda, che sia sepolto Sant’Oronzo. Lo stesso Carlo di Borbone, quando visitò Lecce, ricevette in dono l’olio benedetto e guarì da una malattia. Per questo motivo, come segno di riconoscenza, fece collocare nel Sedile (accanto all’Anfiteatro romano) una targa di ringraziamento per il beneficio ottenuto.

  • Lecce – Ex monastero degli Olivetanimonastero olivetani lecce

Sempre a Lecce, in una zona molto centrale tra le abitazioni, i locali commerciali e le sedi universitarie, si può raggiungere l’antico Monastero degli Olivetani, un ex convento risalente al XII secolo. Esso è composto da due chiostri contigui, che presentano al centro un pozzo con colonne e una cupola. La costruzione è molto particolare, al suo interno si percepisce un forte senso di quiete e di pace; la sua costituzione gli permette di essere molto fresco anche in estate. Oggi è adibito, come anche molti altri palazzi della città, a sede della facoltà di Beni Culturali dell’Università. Sicuramente non è un luogo molto conosciuto, ma se ci chiedessero cosa vedere nel Salento, soprattutto a Lecce, noi lo consiglieremmo sicuramente.

  •  Acayaacaya

Acaya è un paesino di soli 450 abitanti, in cui il tempo sembra essersi fermato al Medioevo. Tutto il paese è circondato da mura, oltre le quali si scorgono solo ulivi e campagne.

Il castello è il luogo di interesse più suggestivo di Acaya, risale al 1535 ed è uno dei più belli di tutta la Puglia. Oltre al castello ti consigliamo di visitare anche la chiesetta di Santa Maria della Neve. – Perché proprio la neve? – ti starai chiedendo. La risposta è tanto semplice quanto strana. Nel Salento, molti anni fa, era presente una neviera, per produrre la neve per curare le malattie.

  • Melendugno – Grotta della Poesia

La Grotta della Poesia (leggi il nostro articolo dedicato qui), situata nella zona di Melendugno è uno dei più suggestivi spettacoli che la natura ha deciso di creare nel Salento. L’azzurro del mare abbraccia le rocce carsiche della grotta, formando una sorta di piscina naturale, meta di migliaia di turisti ogni estate e non solo. La leggenda narra che una bellissima principessa fosse solita farsi il bagno proprio in quella grotta. La sua bellezza disarmante attirava ogni giorno molti poeti provenienti da ogni parte del mondo, in cerca di ispirazione per i loro versi. Oggi la Grotta è riconosciuta come una delle 10 piscine naturali più belle al mondo.

Cosa vedere nel Salento? La Grotta della Poesia, ovviamente!

  • Otrantootranto

La città è famosa per essere il punto più a Est d’Italia, la prima che vede il sorgere del sole ogni giorno. Per questo motivo, la notte del 31 dicembre, è meta di turisti e gente del posto che vuole ammirare la prima alba del nuovo anno. Il suo borgo è fantastico ed è costituito da vicoli e stradine che si incrociano tra loro e attraversano le bianche abitazioni. Da visitare assolutamente il Castello Aragonese e la Chiesa bizantina di San Pietro. Anche questa chiesetta conserva un’interessante leggenda. Si narra che San Pietro passò da lì nel suo cammino dalla Palestina a Roma.

  • Otranto – Cava di Bauxitecava di bauxite

La Cava di Bauxite di Otranto (ecco il nostro articolo sulla Cava) è uno dei luoghi da non perdere assolutamente, uno dei più suggestivi e fotografati di tutto il Salento. Si trova nei pressi del faro di Punta Palascìa e del Monte Sant’Angelo. In principio era un giacimento di estrazione mineraria, ma è ormai dismesso da tempo. Al suo interno, col tempo, si è formato un piccolo laghetto verde smeraldo che rende il panorama a dir poco straordinario, soprattutto dal punto di vista cromatico. Il verde dell’acqua, infatti, vicino al rosso della terra e al verde acceso della vegetazione, forma uno spettacolo per gli occhi dei visitatori.

  • Corigliano d’Otranto – Castellocastello corigliano d'otranto

Il castello di Corigliano è uno dei principali luoghi d’interesse del sud Salento. La sua costituzione è a pianta quadrata, con quattro torrioni circolari. Le sue origini risalgono al Medioevo, ma è stato modificato intorno al 500 per poter essere utilizzato come roccaforte nel periodo della guerra. La sua facciata è stata disegnata circa 100 anni dopo da un artista locale.

  • Castro Marina visuale di Castro

La città di castro, da poco inserita nella lista delle città d’arte e turismo dalla regione Puglia, è un gioiellino bianco con alle spalle la magica costa Adriatica. Proprio qui, Enea, protagonista dell’Eneide, ha messo per la prima volta piede al suo approdo in Italia. Sicuramente un posto da visitare per chi si chiede cosa vedere nel Salento. Meravigliosa in estate.

  • Borgo di Specchia  specchia

Uno dei borghi più belli d’Italia non avrebbe bisogno di presentazioni. Ma Specchia merita un’eccezione, per le sue costruzioni in pietra leccese, le casette bianche del centro storico, tutto il villaggio medievale che sorge su una collina. Anche qui, sembra che il tempo si sia fermato, per farci assaporare ancora di più la tradizione, la cultura e le radici di questo fantastico borgo del Salento. Consigliatissima in estate, soprattutto per uno degli eventi cardine del Salento: la notte bianca.

  • Borgo di Presicce 

Nel novero dei borghi più belli d’Italia, a pochi chilometri della già citata Specchia, figura anche Presicce, la città dell’olio, per via dei numerosi frantoi ipogei, che danno vita a una vera e propria città sotterranea (ecco il link del nostro articolo su Presicce). Chi abitava a Presicce, nell’antichità, viveva per quasi sei mesi sottoterra, dedicandosi esclusivamente alla produzione di un olio meraviglioso, ancora oggi riconosciuto a livello mondiale. A Natale 2017, Presicce ha aumentato ancora di più la sua popolarità per essere stata scelta dalla Ferrero come location per il suo spot natalizio. L’atmosfera nel borgo, tra luci colorate, viuzze e ostruzioni antiche, ha reso ancora più bella una città già meravigliosa. Consigliatissima in qualsiasi periodo dell’anno!

  • Gallipoli – borgo antico e mercato del pesce 

    salento da scoprire gallipoli

Oggi si parla ovunque di Gallipoli, delle sue discoteche e del mare da favola. Ma forse pochi conoscono il borgo antico, che ci riporta indietro nel tempo e ci fa rivivere la storia di una civiltà fondata sul mare, che basava la sua economia sulla pesca. I balconi in fiore delle antiche costruzioni del centro storico colorano le stradine e rendono ancora più suggestivi i dettagli del borgo. Per questo la primavera, sia per il clima, sia per la vegetazione, è il periodo più indicato per visitarlo.

Il mercato del pesce, invece, è forse l’elemento più caratteristico della città. Punto di ritrovo di tutti i lavoratori e pescatori locali che, tra urla, aste e compravendite, ci permettono di gustare il pesce appena pescato, il migliore in assoluto.

  • Gagliano del Capo – Il ponte del “Ciolo”ponte ciolo

Uno dei posti più conosciuti del Salento è sicuramente il Ponte Ciolo, accostato quasi sempre a Santa Maria di Leuca, ma che in realtà si trova nei pressi di Gagliano. Se siete da queste parti, fateci “un salto”, in tutti i sensi, perché non è raro vedere gente tuffarsi direttamente dal ponte, tra acrobazie e avvitamenti.

  • Leucaleuca

Se ci chiedono cosa vedere nel Salento, la prima risposta non può che essere Leuca. Il punto più a Sud del Salento e d’Italia, conosciuta anche come De Finibus Terrae, è uno dei luoghi più suggestivi dove ammirare il tramonto del sole alle spalle del mare. Talvolta, e in condizioni di vento favorevoli, si può notare chiaramente anche il punto in cui i due mari, lo Ionio e l’Adriatico, si incontrano in uno spettacolo davvero suggestivo.

E allora? Cosa vedere nel Salento? Bella domanda, ma la risposta non è così facile. Il nostro consiglio è di visitarlo tutto in lungo e in largo, ma purtroppo, non tutti hanno la possibilità di farlo. Per questo, speriamo che i nostri suggerimenti possano esserti utili.

Dio benedica il Salento!

 

Condividi:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial