Norman Mommens e Patience Gray: d’amore e d’arte si vive

Il blog che racconta il Salento, i suoi fantastici luoghi, le tradizioni e gli eventi!

Norman Mommens e Patience Gray: d’amore e d’arte si vive

norman mommens presicce salento da scoprire

La storia che sto per raccontarvi è una storia d’amore, lo dico fin da subito perché bisogna prepararsi ad un amore così intenso, così vivo, così profondo. L’amore è quello tra due persone e non solo, è soprattutto amore per il mondo, per la libertà, per la natura, per l’arte in ogni sua forma. La storia è quella di Norman Mommens e Patience Gray, belga lui, inglese lei.

Girarono il mondo prima di conoscersi e continuarono a farlo dopo essersi incontrati, fin quando non giunsero in Salento. Amarono tutto di questa terra aspra e selvaggia e la vissero così, per quella che era. Si stabilirono nella Masseria Spigolizzi, che era stata costruita nel XVIII secolo ed era in quel periodo in stato di abbandono da diverso tempo. Erano gli anni Settanta del ‘Novecento, i grandi cambiamenti sociali si era affacciati al mondo con le proteste dei figli dei fiori che chiedevano maggiore attenzione all’ambiente ma soprattutto più diritti, in una sola parola: libertà.

Norman Mommens e Patience Gray a Spigolizzi

La libertà che Norman e Patience cercavano la trovarono a Spigolizzi, tra l’odore pungente della macchia mediterranea e il blu del mare all’orizzonte. Per anni hanno rifiutato l’energia elettrica e ogni tipo di comodità. Illuminavano l’antica masseria con lampade alimentate ad olio lampante e solo molti anni più tardi installarono un pannello solare che garantiva solo l’illuminazione debole di due lampadine, una nello studio di lei e una in cantina.

La vita alla masseria Spigolizzi era scandita dai ritmi naturali del giorno, dal battere a macchina di Patience e dal tintinnio del martello con cui Norman creava le sue sculture. Il sole bruciava i campi assolati, la nuda terra trasformata in orto. La casa era un crocevia di artisti ed intellettuali che arrivavano qui, nel mezzo tra la campagna di Salve e il mare, per nutrirsi di amore e di arte. La vita di Norman Mommens e Patience Gray ha influenzato alcune tra le personalità più importanti del Salento, lo dice mostrando una punta di orgoglio anche Edoardo Winspeare in un’intervista rilasciata nel 2018 in cui ammette la forte influenza che i due artisti hanno avuto sui suoi film.

Sono nate grandi cose da Norman e Patience, sono stati un seme piantato che germoglia di anno in anno, crescendo sempre di più. Patience a Specolizzi scrisse i suoi libri migliori e Normann realizzò delle opere d’arte uniche, che non sono state apprezzate come avrebbero dovuto essere.

Norman Mommens – L’archivio disvelato

Oggi a distanza di diciannove anni dalla morte dell’artista belga nel Convento dei Santa Maria degli Angeli di Presicce verrà inaugurata la mostra “Norman Mommens – l’archivio disvelato”. La mostra è frutto di un lungo lavoro di studi realizzato da Ada Martella, con l’aiuto di Nicholas Gray e sua moglie Maggie Armstrong.

Chiesa degli Angeli di Presicce

La collaborazione tra studiosi, eredi e le associazioni legate alla figura dei due artisti ha permesso la realizzazione di un lungo percorso espositivo e sensoriale, dislocato in tutti gli ambienti di questo convento abbandonato.

La mostra verrà inaugurata oggi e resterà aperta fino al 23 giugno, con l’augurio che sia finalmente riconosciuto il grande valore dell’arte di Norman Mommens e l’immensa gratitudine che il Salento deve a lui e a sua moglie Patience.

Condividi:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial